Il metodo

Eureka! vuole creare una comunità dove fare cultura dell’energia e confrontarsi sul reale significato della parola sostenibilità.

Con quale metodo?

Con una simulazione che permetta di ipotizzare la realizzazione di un impianto di generazione elettrica con tecnologia, taglia e localizzazione territoriale di tua scelta. Al termine del percorso virtuale scoprirai quali effetti la tua scelta energetica produce in termini economici, ambientali e socio-istituzionali.

Quest’ultima categoria rappresenta uno dei valori aggiunti dell’analisi di Eureka!. Un approccio che tiene conto anche delle variabili storico-sociali quali l’attenzione posta sugli aspetti architettonici o la presenza di beni di pregio (archeologici, culturali, paesaggistici, ecc.) che potrebbero subire l’impatto dalla presenza di un impianto di generazione.

I dati di riferimento per elaborare la simulazione provengono dagli esperti, membri del Comitato Tecnico Scientifico, mentre un Comitato di Indirizzo altamente qualificato, garantisce sull’equilibrio e l’integrità del modello sottostante.

Il peso assegnato a ciascun parametro è stato determinato grazie ad una grande consultazione che ha coinvolto numerosi stakeholder provenienti da diversi settori, tutti competenti a vario titolo in relazione alla generazione elettrica (produttori, consumatori, sindacati, associazioni di categoria, associazioni ambientali, centri di studio e ricerca, istituzioni e università). Perché scegliere quando si parla di generazione elettrica – carbone, gas, idroelettrico, eolico, fotovoltaico, biomassa, biogas, geotermico – significa prendere in considerazione i pro e i contro di ogni opzione.